All’inseguimento di un’emozione

 

Tutto è cominciato in una calda notte d’estate di fine anni ottanta (…o forse erano i primi anni novanta?)

Avevo si e no 12 anni quando quella notte, armeggiando sul balcone della nonna col telescopio regalatomi da mio padre, riuscii per la prima volta a scorgere la sagoma di Saturno e dei suoi sfavillanti anelli: l’emozione che provai la ricordo ancora oggi come una delle più forti della mia vita. La scintilla era scoccata.

Da lì ad avere l’idea di collegare al telescopio una macchina fotografica, per cercare di impressionare su pellicola quelle sensazioni, il passo fu veramente breve.

Il mio amore per la fotografia nacque così, come naturale sviluppo e complemento di quello per l’osservazione astronomica. Ma se dapprima essa è stata a supporto dei miei interessi, dai viaggi alle escursioni in montagna, dalle uscite fuori porta alle scampagnate col cane, ad un certo punto, man mano che ne “approfondivo” la conoscenza, la fotografia è diventata la mia passione più grande, portando con sé la voglia di affinare la tecnica, di studiare i “maestri”,di confrontarmi con i più bravi.

Non si trattava più a quel punto di immortalare le vacanze o le feste in famiglia: era qualcosa di più, molto di più. Era la volontà di esprimere qualcosa, di trasmettere un’emozione, di far passare un messaggio, di usare la fotocamera come se fosse una penna. Da innamorato della Natura e delle bellezze che ci regala, da appassionato di arte ed architettura, oggi la mia sfida, con la fotocamera al collo, è questa: cercare di far assaporare a chi osserva le mie foto le stesse sensazioni che ho provato io nel momento in cui le ho scattate, davanti ad una gelida alba invernale o ad un caldo tramonto d’estate, ad un panorama mozzafiato dall’alto di una montagna o ad uno scorcio di mare, ad una piazza elegante o ad una chiesa maestosa.

Ed è così che, appena il lavoro ed il meteo me lo permettono, vado in cerca della luce giusta, dell’inquadratura più bella, della vista più suggestiva, concentrando in particolar modo la mia ricerca sulla valorizzazione dello sterminato patrimonio naturalistico, artistico ed architettonico delle Marche e dell’Abruzzo.

 

fotografo2

Equipment

canon 6d

sony rx 100

canon 16-35 II

canon 24-105

canon 70-200 f4 IS

samyang 14 f2.8

tamron 90 macro

manfrotto 190XproB

Lee filters – Heliopan circular polarizer